Sei anche tu una di quelle donne disperate perché sono anni che soffre di vampate di calore e le ha provate tutte? Fai un ultimo tentativo e leggi questo articolo in cui scoprirai come liberarti dalle vampate di calore una volta e per sempre.

Anche io le avevo provate tutte senza successo ed ero totalmente disperata!

Considera che ho avuto una menopausa molto precoce a soli 38 anni e ti lascio immaginare che colpo è stato per la mia femminilità. Ho dovuto dire al sogno di avere figli, di creare una famiglia. A 38 anni ero diventata improvvisamente vecchia.

In effetti è’ ampiamente dimostrato che l’incidenza delle vampate è maggiore quando non c’è una piena accettazione della situazione, quando qualcosa dentro di te si oppone al cambiamento e la tua mente continua a dirti che non vuoi, che non è giusto!

Io ero proprio in quella condizione lì, di completa avversione verso la realtà che vivevo e ti puoi quindi immaginare come sono state le vampate per me!

Un vero e proprio incubo! C’erano dei momenti che ne contavo una ogni 30 secondi! In pratica ero continuamente grondante di sudore e vivevo costantemente nell’imbarazzo di “giustificare” il perché stavo sudando così senza motivo!

Se il giorno era un incubo, la notte era un calvario! Le vampate non ti mollano neanche di notte, anzi si accaniscono anche di più. Ti trovi nel letto a bagnare letteralmente le lenzuola e il guaio è che la cosa non accade una volta, per cui ti fai una doccia, cambi le lenzuola e ti riaddormenti…Noooo…la vampata arriva e poi arriva ancora e ancora e ancora…

Giorno e notte senza tregua…per anni. Eh, sì! Perché non c’è una durata uguale per tutte. Ci sono donne che non hanno mai smesso di averle…fino a 80 anni!!!

Io ero così giovane e disperata che ho impiegato tutte le mie forze per trovare una soluzione! Non potevo essere condannata a vivere una vita con questo handicapp a soli 38 anni!

E quello che voglio dirti oggi è che non lo sei neanche tu, qualsiasi età tu abbia.

Quello che devi assolutamente sapere è che non sei condannata a subire questa tortura.

Te lo ripeto: non sei condannata a subire questa tortura!!

Ci tengo a dirtelo perché la maggior parte di noi donne pensa che quando arriva la menopausa è arrivata la condanna finale.

In effetti all’inizio anche io pensavo che non si potesse fare nulla. Mi ero rivolta dalla ginecologa e mi aveva proposto la TOS, la Terapia Ormonale Sostitutiva. Ora, io come naturopata non amo le medicine e ovviamente mi sono sempre curata con prodotti naturali.

Quando ho sentito parlare di questa TOS ho fatto un po’ di ricerche e posso dirti che ne ho trovate delle belle. Lo vuoi sapere? E’ dimostrato ampiamente da numerosi studi scientifici che la TOS è correlata con una maggiore incidenza di tumore al seno…per cui care mie .. io personalmente alla TOS ho detto… no!

Fortunatamente esistono delle soluzioni naturali che indicano come liberarti dalle vampate di calore.

Infatti ci sono molte piante speciali ricche di quei principi attivi chiamati fitoestrogeni che vengono a riequilibrare il calo degli estrogeni che avviene in questo periodo.
Ci sono tantissime piante benefiche che la natura ci dona.

Abbiamo il trifoglio rosso, la cimicifuga, la dioscorea, l’olio di enotera, la salvia. E ci sono tantissimi integratori che si basano su queste piante o un mix di queste.

Funzionano tutti abbastanza bene all’inizio, ma poi dopo un po’ di tempo perdono l’efficacia iniziale. E’ come se il corpo nel giro di qualche mese si abitua a quel rimedio che insperabilmente diventa inefficace.

E’ successo anche a te?

Sì, purtroppo succede e dipende dal fatto che tutti questi integratori vengono consigliati per eliminare il sintomo.

Al contrario, io come naturopata mi interesso del sintomo, il sintomo è un amico, mi indica che c’è qualcosa che non va e che c’è bisogno di intervenire.

Quando si accende la spia della benzina in macchina cosa fai? Vai a fare benzina…è ovvio, non stacchi la lucetta dell’indicatore, giusto? Ecco, il sintomo è la spia della benzina che si è accesa e la cura del sintomo significa che stai staccando la lampadina, non che stai facendo benzina!

Da questa prospettiva la vampata improvvisamente diventa un’amica! E’ la manifestazione di qualcosa che mi dice che il sistema endocrino e tutto l’organismo è in disequilibrio.

La chiave di svolta è agire sulla causa a monte. Risolta quella il sintomo scompare.
Se riempio il serbatoio di benzina, la spia si spegne!

La vera soluzione al problema, che ti dice come liberarti dalle vampate di calore, consiste nel riportare l’organismo in quello stato di equilibrio (che in medicina si dice omeostasi) che genera automaticamente la scomparsa del sintomo che per noi sono le famigerate vampate.

Anche molte medicine antiche come la medicina ayurvedica lavorano in base a questo principio. Ed usano piante che lavorano ad ampio spettro su un determinato apparato e non sulla risoluzione del sintomo. E’ questo il caso della radice di Shatavari.

Il termine sanscrito Shatavari, ci dice molto sulla sua funzione. Significa, infatti, “colei che possiede cento mariti”…e quindi è decisamente in forma da quel punto di vista, giusto?

E’ la pianta delle donne perché lavora per riequilibrare il sistema ormonale femminile.

Shatavari nutre e purifica il sangue e gli organi riproduttivi femminili. Shatavari contiene fito-estrogeni, bioflavinoidi, i componenti essenziali di vitamina B e gli elementi essenziali di calcio e zinco. E’ un tonico naturale ringiovanente per le donne.

Va bene a tutte le età della donna ed ha una funzione preziosa in menopausa. I sintomi fastidiosi delle vampate spariscono perché porta in equilibrio tutto il sistema endocrino femminile.

Agisce sulla causa e il sintomo scompare.

Per questo funziona. Se vuoi sapere dove trovarla clicca qui.